Torino, manifestanti Pro Palestina occupano i binari alla stazione Porta Nuova: circolazione dei treni interrotta per un’ora e mezza

La circolazione ferroviaria alla stazione Porta Nuova, a Torino, è stata interrotta dalle 18:20 a causa dell’occupazione di alcuni binari da parte di manifestanti Pro Palestina. I dimostranti, al culmine di un corteo che si è snodato per il centro storico, sono entrati nel complesso della stazione forzando il cancello di un ingresso secondario in via Nizza. Sulle fiancate dei treni sono stati lasciati dei graffiti e su una, in particolare, è stata dipinta a caratteri cubitali, in rosso e verde, la scritta ‘Free Gaza’. Alle 19:40 il sito di Rfi ha avvisato che l’intervento delle forze dell’ordine era terminato e la circolazione stava riprendendo.

I convogli in partenza hanno nel frattempo accumulato ritardi fino a 75 minuti. I treni Regionali hanno registrato limitazioni di percorso e cancellazioni.

In precedenza, in corso Matteotti, i dimostranti avevano imbrattato con vernice rosa un distributore di benzina dell’Eni. La società è considerata “complice del genocidio in Palestina” perché “espropria e devasta i territori palestinesi di gas nelle acque di Gaza”. Sono state anche bruciate bandiere dell’Unione Europea, degli Stati Uniti e di Israele.

L’articolo Torino, manifestanti Pro Palestina occupano i binari alla stazione Porta Nuova: circolazione dei treni interrotta per un’ora e mezza proviene da Il Fatto Quotidiano.



Sorgente ↣ :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*