Deltaplano perde quota e si schianta durante tour, morti pilota e passeggero

Il deltaplano è precipitato al suolo domenica mattina nel Comune di San Miniato, in provincia di Pisa, causando la morte delle due persone a bordo, un uomo di 40 anni e uno di 50 anni impegnati in un tour nei cieli della Toscana.

Immagine

Tragedia oggi in Toscana dove un deltaplano è precipitato al suolo nel Comune di San Miniato, in provincia di Pisa, causando la morte delle due persone a bordo, due uomini. Le vittime sono due italiani, un uomo di 40 anni e uno di 50 anni, che erano a bordo del velivolo ultraleggero durante un tour nei cieli della Toscana. Il dramma si è consumato in tarda mattinata, intorno alle 11.30, quando il deltaplano stava rientrando nella base nell’aviosuperficie Tuscany Flight nel Comune di San Miniato.

Lo schianto mortale infatti è avvenuto durante la fase di atterraggio del deltaplano. Il velivolo si stava approcciando alla pista sull’erba quando, per motivi ancora in fase di accertamento, è andato fuori controllo, perdendo quota repentinamente fino a schiantarsi al suolo. Un impatto violentissimo che ha distrutto il mezzo e non ha lasciato scampo ai due occupanti.

Immagine

Inutili per 40enne e 50enne i soccorsi da parte dei vigili del fuoco e dei sanitari del 118, accorsi su posto dopo una chiamata di emergenza. Terribile l’immagine che si è presentata ai soccorsi con il velivolo completamente accartocciato e i due a bordo esanimi.

Ultimo ha mostrato le immagini di Gaza durante la prima data del tour: in sottofondo la sua Alba

Per liberare i due dalla cellula del velivolo è stato necessario l’intervento dei pompieri, accorsi con diverse squadre del comando di Pisa, ma quando i soccorritori li hanno estratti, per loro era ormai troppo tardi. I medici hanno solo potuto accertarne il decesso sul luogo dell’incidente.

Sul posto è accorsa anche la polizia per i rilievi e l’avvio delle indagini per ricostruire i fatti. Secondo le prime notizie, il pilota era un esperto con anni di esperienza alle spalle. Tra le ipotesi un malore o un guasto al deltaplano che faceva parte del locale club di volo e veniva usato anche per tour rivolti ad appassionati come quello di oggi presso il centro sportivo Casa Bonello.





Sorgente ↣ :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*