la ricetta del condimento rustico e saporito

Immagine

ingredienti

Olio extravergine di oliva

Il ragù di salsiccia è un condimento ricco e gustoso, variante del tradizionale ragù di carne. A differenza di quest’ultimo, si realizza con la salsiccia, da cuocere insieme a passata di pomodoro, vino rosso e il classico soffritto. Ideale per condire la pasta all’uovo, come le tagliatelle, quella secca di grano tenero, gnocchi e ravioli, o per farcire cannelloni e lasagne, sarà perfetto da preparare in occasione del pranzo del domenica.

La ricetta è di facile esecuzione e a base di pochi e semplici ingredienti: la salsiccia, spellata e sbriciolata, viene rosolata in una casseruola con un fondo di carota, sedano, cipolla e olio extravergine di oliva, quindi sfumata con il vino rosso e portata a cottura molto dolcemente con abbondante passata di pomodoro per almeno 1 ora.

Puoi lasciarlo cuocere più a lungo per ottenere un risultato maggiormente cremoso e denso, da raccogliere con fragranti fette di pane casereccio tostate. L’importante, per una resa ottimale, è utilizzare solo prodotti di qualità: fatti consigliare dal tuo macellaio di fiducia per scegliere una buona salsiccia fresca, magari della varietà tipica della tua zona e, se possibile, usa una passata fatta in casa.

Ovviamente, puoi profumare il tutto con le spezie e gli aromi che preferisci: qualche foglia di alloro, un rametto di basilico o degli aghi di rosmarino. Inoltre, per un risultato meno corposo, puoi versare di tanto in tanto del brodo vegetale o di carne ben caldi.

Scopri come preparare il ragù di salsiccia seguendo passo passo procedimento e consigli. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche il ragù di cortile, il ragù di pollo e il ragù toscano.

Come preparare il ragù di salsiccia

Sciacqua accuratamente la carota e il sedano, monda la cipolla, poi raccogli le verdure su un tagliere e tritale non troppo finemente con un coltello 1.

Trasferiscile in un tegame capiente e dal fondo spesso, insieme a un filo generoso di olio extravergine di oliva, e lasciale soffriggere dolcemente per 5-6 minuti, mescolando spesso 2.

Aggiungi quindi la salsiccia, già spellata e sbriciolata 3.

Falla rosolare a fiamma vivace per qualche minuto, finché il liquido rilasciato dalla carne non sarà completamente evaporato, quindi sfumala con il vino rosso 4.

Lascia evaporare l’alcol, quindi unisci la passata di pomodoro 5 e, solo adesso, regola di sale.

Porta a ebollizione, quindi abbassa la fiamma, copri con il coperchio e lascia cuoci dolcemente per almeno 1 ora, mescolando di tanto in tanto. Il ragù dovrà risultare ben ristretto e avvolgente 6.

Il ragù di salsiccia è pronto per essere gustato o per condire deliziosi piatti di pasta: distribuiscilo su una bella porzione di tagliatelle all’uovo già lessate 7.

Impiatta e porta in tavola, guarnendo con qualche fogliolina di basilico e una spolverizzata di parmigiano grattugiato 8.

Consigli

Per un ragù dal gusto più intenso, puoi unire anche polpa di manzo, oppure dei fegatini di pollo. Al posto della passata, puoi usare anche i pomodori pelati e aggiungere un cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro; per ridurre l’eventuale acidità del sugo, sarà sufficiente incorporare 1 cucchiaino di zucchero. Il vino rosso è il più indicato per questa preparazione ma, se preferisci, puoi sostituirlo con il bianco. Infine, per un tocco piccante, prova a insaporire il soffritto con un peperoncino fresco o secco tritato.

Conservazione

Il ragù di salsiccia si conserva in frigorifero, ben chiuso in un contenitore ermetico, per 3 giorni al massimo. Se hai usato solo ingredienti freschi, puoi congelarlo fino a 2 mesi.





Sorgente ↣ :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*