l’importo sale a 500 euro

Immagine

Torna la social card – la misura “anti povertà” avviata a luglio scorso – ma con un importo più elevato, pari a 500 euro. “Dedicata a te”, questo il nome della card, è stata presentata a Palazzo Chigi, alla presenza del ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida, che ha ricordato come saranno messi a disposizione 676 milioni, pari a 500 euro a tessera, con un aumento di 40,3 euro e 30 mila beneficiari in più. La card può essere usata per comprare beni di prima necessità, ma anche carburanti e titoli dei mezzi di trasporto pubblico, mentre restano escluse le bevande alcoliche.

Cosa si può comprare con la social card

La social card potrà essere usata per comprare  23 categorie di alimenti di prima necessità, rifornimento di carburanti e titoli del trasporto pubblico locale (vera novità oltre all’aumento dell’importo): potrebbe essere previsto, anche se non è ancora confermato, anche uno sconto del 15% presso i punti vendita della Gdo e i negozi convenzionati. La somma spetta ai nuclei familiari residenti in Italia, iscritti all’anagrafe comunale, con un Isee non superiore a 15mila euro, non titolari di altre misure di sostegno al reddito: ufficialmente da settembre, quando l’Inps fornirà ai Comuni gli elenchi dei beneficiari e le nuove carte saranno operative.

Il contributo non spetta ai nuclei familiari che hanno già assegno d’inclusione, reddito di cittadinanza, carta acquisti e qualsiasi altra misura che prevede l’erogazione di un sussidio economico.

La lista degli alimenti non è ancora stata ufficializzata, ma probabilmente sarà la stessa della prima versione. Ecco quindi un elenco di alimenti che è possibile comprare con la social card.

  • Carne fresca e lavorata
  • Pesce fresco, surgelato o in scatola
  • Ortaggi freschi e lavorati
  • Frutta fresca e secca
  • Latte, latticini, formaggi
  • Legumi freschi, secchi o in scatola
  • Condimenti come zucchero, sale, aceto, pepe
  • Prodotti per l’infanzia come omogeneizzati e pappe varie
  • Altri alimenti come olio di semi e olio d’oliva, biscotti, cacao, cioccolata, prodotti da forno e pasticceria, farine, cereali, prodotti confezionati come pasta riso e simili
  • Prodotti per l’igiene della casa e della cucina

Non sarà invece possibile acquistare prodotti come tabacco, alcolici, bevande zuccherate.





Sorgente ↣ :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*