Le regole di igiene da seguire a casa dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare

Immagine

Uno strumento a disposizione dei consumatori, facilmente consultabile, che racchiude tutte le norme sulla sicurezza alimentare, dalla gestione della cucina alla spesa, passando per la manipolazione e la conservazione di piatti e alimenti. È la nuova campagna dell’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, #Safe2EatEU: già nota come #EUChooseSafeFood, il progetto riparte con un nuovo marchio e con un rinnovato impegno nel promuovere la consapevolezza sulla sicurezza alimentare tra i cittadini europei.

La nuova campagna ha ampliato la sua portata, con 17 Paesi che uniscono le forze per aiutare i consumatori a prendere decisioni informate sulle loro scelte alimentari (Romania, Repubblica Ceca, Ungheria, Grecia, Estonia, Croazia, Italia, Lettonia, Cipro, Slovenia, Spagna, Lussemburgo, Slovacchia, Austria, Polonia, Portogallo e Macedonia del Nord).

Le regole essenziali da seguire in casa

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) gli alimenti a rischio contenenti batteri, virus, parassiti o sostanze chimiche nocivi possono causare più di 200 malattie diverse, dalla diarrea al cancro. Uno degli strumenti più utili della nuova campagna Efsa è l’elenco di controllo, che riportiamo di seguito, da usare come promemoria essenziale dei passaggi fondamentali: è suddiviso in mini capitoli e, all’interno di ognuno, troverai le regole da seguire e tenere a mente per quello specifico capitolo. Puoi usarlo in versione digitale, consultandolo tramite device, o in versione cartacea, stampandolo e attaccandolo in cucina.

Tenere pulito

  • Lavarsi le mani prima di manipolare gli alimenti e rilavarle spesso durante la preparazione.
  • Lavarsi le mani dopo essere andati in bagno.
  • Lavare e disinfettare tutte le superfici e le attrezzature utilizzate per la preparazione degli alimenti.
  • Proteggere le aree della cucina e gli alimenti da insetti, parassiti e altri animali.

Separare gli alimenti crudi da quelli cotti

  • Separare la carne, il pollame e i frutti di mare crudi dagli altri alimenti.
  • Utilizzare attrezzature e utensili separati, quali coltelli e taglieri, per la manipolazione di alimenti crudi.
  • Conservare gli alimenti in contenitori per evitare il contatto tra alimenti crudi e alimenti cucinati.

Immagine

Cuocere a fondo

  • Cuocere accuratamente gli alimenti, in particolare carne, pollame, uova e frutti di mare.
  • Portare all’ebollizione alimenti come minestre e stufati per assicurare che abbiano raggiunto la temperatura di 70°C; per carne e pollame accertarsi che i succhi siano chiari, non di colore rosa. Idealmente, utilizzare un termometro.
  • Riscaldare accuratamente gli alimenti cotti.

Conservare gli alimenti alle giuste temperature

  • Non lasciare gli alimenti cotti a temperatura ambiente per più di due ore.
  • Raffreddare rapidamente tutti gli alimenti cotti e deperibili (preferibilmente al di sotto dei 5º C).Mantenere gli alimenti cotti ben caldi (più di 60 °C) prima di servirli.
  • Non conservare gli alimenti troppo a lungo, nemmeno in frigorifero.

Scongelare in sicurezza

  • Alcuni alimenti possono essere cucinati quando sono ancora congelati; controllare le istruzioni di cottura riportate sulla confezione.
  • Il modo più sicuro per scongelare alimenti congelati è nel frigorifero.

Utilizzare acqua pulita e materie prime sicure

  • Utilizzare acqua pulita o trattarla per renderla sicura.
  • Scegliere alimenti freschi e sani.
  • Per sicurezza scegliere alimenti trasformati, come il latte pastorizzato.
  • Lavare frutta e verdura, in particolare se consumate crude.
  • Non utilizzare gli alimenti oltre la data di scadenza.





Sorgente ↣ :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*