Primoz Roglic non convince nemmeno il ct della Slovenia: non lo convoca per le Olimpiadi, non difenderà l’oro di Tokyo

Un giorno di riposo dal sapore aspro per Primoz Roglic. Se è vero che lo sloveno è riuscito a non perdere nulla nella tappa degli sterrati, rimanendo ancora in corsa per la maglia gialla (ecco la classifica), in un colpo solo il capitano della RedBull Bora Hansgrohe ha ricevuto due brutte notizie. Prima l’annuncio del ritiro di Vlasov, suo ultimo uomo in salita, col russo che ha rimediato la frattura della caviglia. Poi è arrivata anche l’ufficialità della squadra slovena ai Giochi Olimpici di Parigi. Roglic già sapeva che non avrebbe avuto la possibilità di difendere il titolo olimpico a crono conquistato nel 2021, con decisione del ct di non dare spazio né a lui né a Pogacar, perché il Tour finisce troppo a ridosso dalla prova a cronometro (21 luglio). Ma lo sloveno, vincitore dell’oro di Tokyo, non sarà neanche presente alla prova in linea su strada.



Sorgente ↣ :

Views: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*