Non ho fatto l’esame di Maturità, mio padre era morto e dovevo aiutare la mia famiglia

Massimo Boldi si racconta. L’attore ha confidato di non avere avuto modo di sostenere gli esami di Maturità. Si vide costretto a lasciare il liceo dopo la morte del padre.

Immagine

Mercoledì 19 giugno al via gli esami di Maturità 2024. Massimo Boldi ha raccontato la sua esperienza. L’attore ha confidato di essersi visto suo malgrado costretto a lasciare il liceo. Ne ha parlato ad AdnKronos: ‘‘Io non ho fatto gli esami di maturità perché ho perso il papà a soli 16 anni e dovetti fare da sostegno alla mia famiglia lavorando“.

Massimo Boldi si vide costretto a lasciare il liceo per aiutare sua madre

Massimo Boldi, in occasione della Maturità 2024, ha raccontato la sua esperienza. Frequentava il liceo a Milano ma dopo la morte del padre ritenne prioritario aiutare la madre rimasta vedova. Così, prese una decisione sofferta ma che reputò inevitabile: Ho dovuto fare la scuola serale lasciando il liceo Cattaneo di Milano per andare a studiare alla scuola d’arte vetrinista Duccio di Buoninsegna dove mi sono diplomato a pieni voti“. La famiglia contava su di lui e lui ha provato a essere un sostegno per loro.

L’augurio agli studenti che stanno affrontando gli esami di Maturità

Massimo Boldi ha confidato che avrebbe voluto fare l’esame di Maturità, ma la sua famiglia aveva bisogno di lui: “Mi sarebbe piaciuto fare l’esame di Maturità però bisogna dire che al giorno d’oggi non è più come ai tempi miei perché sei aiutato tantissimo dalla tecnologia e dall’intelligenza artificiale“. Durante la sua adolescenza, nonostante le responsabilità di cui si era fatto carico, provò a ritagliarsi del tempo per sé coltivando la passione per la musica. Entrò in una band: “Ricordo che all’epoca andavano di moda i Beatles e così iniziai anche a suonare la batteria in un gruppo che si chiamava New Dada“. Quindi ha rivolto un pensiero a tutti coloro che stanno affrontando l’esame di Maturità. Ha suggerito loro di ascoltare la canzone Notte prima degli esami di Antonello Venditti, poi ha dato loro un consiglio colorito: “Tirate fuori i cogl***!“.





Sorgente ↣ :

PC Portatile 14 Pollici, Notebook, Computer Portatile, HP EliteBook 840 G5, i5-8250U, 16GB RAM, 512GB SSD, Tastiera Italiana, Laptop Windows 11 Garanzia 2 Anni (Ricondizionato)(Ultramatte Burgundy)


Prezzo: 419,00€
(as of Jun 20, 2024 02:02:03 UTC – Details)



EliteBook 840 consente di lavorare con stile. La cassa in alluminio ha una finitura argentata minimalista accompagnata dall’elegante logo a barra di HP. Sulla cerniera è presente un logo EliteBook leggermente inciso, mentre nella parte superiore del coperchio è presente una linea grigia che divide il bordo del notebook. Mi piace che la cerniera sia inclinata e conferisce al notebook un aspetto sofisticato rispetto al semplice chassis rettangolare di molti altri notebook aziendali. Quando si apre il notebook, si vede un’elegante tastiera retroilluminata in stile isola con una penna a puntamento. Nell’angolo in alto a sinistra si trova un elegante pulsante di accensione, e sopra una copertura triangolare per gli altoparlanti Bang & Olufsen. Il mento dello schermo è un po ‘spesso, ma è ben proporzionato con i bordi stretti per renderlo seducente.EliteBook 840 dispone di più porte per l’uso aziendale. Sul lato sinistro si trovano uno slot Secure Lock, una porta USB 3.0 con ricarica sempre attiva e un lettore di smart card, sul lato destro una porta USB Type-C con Thunderbolt, una porta HP UltraSlim, una porta RJ45, una porta HDMI, una porta USB 3.0, una presa combinata per cuffie/microfono e una lettura della scheda SIM WWAN. Lui.
Sicurezza e assistenza – 24 mesi di garanzia tramite il rivenditore FURBIFY. Dispositivo usato generalmente revisionato, rinnovato, rinnovato, testato e pulito, tecnicamente perfetto, buone condizioni ottiche.

Regeni, mostrato in Aula il video della “trappola” al ricercatore. La legale della famiglia: “Il sindacalista lì per tradirlo e consegnarlo agli 007”

“Io sono in Egitto solo per la ricerca, non decido sui soldi“. Queste le parole di Giulio Regeni, pronunciate nel corso di un incontro del 7 gennaio 2016 con il rappresentante del sindacato degli ambulanti del Cairo, Said Abdallah, che con una telecamera nascosta nella camicia aveva ripreso il dialogo con il ricercatore friulano, su richiesta degli 007 del Cairo della National Security, il tutto all’insaputa dello stesso Regeni.

Oggi quel video, integrale, è stato mostrato nell’aula bunker di Rebibbia, nel corso del processo a carico dei quattro 007 egiziani: Usham Helmi, il generale Sabir Tariq e i colonnelli Athar Kamel Mohamed Ibrahim, e Magdi Ibrahim Abdelal Sharif, accusati del reato di sequestro di persona pluriaggravato (mentre al solo Sharif sono contestati anche i reati di concorso in lesioni personali aggravate e di concorso in omicidio aggravato, ndr).

Il lungometraggio mostra i contatti frequenti tra lo stesso Abdallah e gli agenti della National Security prima e dopo l’incontro con Regeni. Al centro del dialogo tra il sindacalista e lo studioso dell’università di Cambridge c’è il progetto da 10mila sterline finanziato dalla fondazione britannica Antipode e che era stato individuato da Giulio. “Cosa sarebbe questa proposta?”, interroga Abdallah, spiegando di non capire di cosa si tratti: “L’unica cosa che capisco è che ci sono 10 mila sterline. Bisogna stare attenti per non finire in galera”, spiega. Regeni risponde che i soldi devono essere “investiti in qualche progetto, qualsiasi progetto non governativo, ma affidato ai privati”. “Chiedi i soldi, perché mia figlia è malata, mia moglie deve subire un intervento chirurgico, cancro”, rivendica Abdallah. Ma Regeni è irremovibile e spiega: “Non posso usare questi soldi per situazioni private, sono soldi di un’istituzione britannica. Non sono soldi di Giulio. Non ho nessuna autorità in merito”. E, di fronte alle insistenze dello stesso sindacalista, ripete più volte di non decidere sui soldi e di non avere alcun interesse personale: “Sono in Egitto solo per la ricerca. Anche per la Gran Bretagna l’importante è che sia realizzato il progetto, io personalmente non voglio null’altro”, ripete Regeni.

Dopo l’incontro, nel video Abdallah chiama il colonnello Kamel, uno degli 007 imputati nel processo, chiedendo assistenza su come spegnere la microcamera nascosta, senza rischiare di cancellare tutto. ”Ho parlato con il ragazzo, ho paura che il video potrebbe cancellarsi. Ditemi cosa devo fare. Vengo da voi”. È la prova del ‘tradimento’. “Questo video ci dice tantissime cose: ci dice che Abdallah era un agente provocatore, che ha provato a far cadere Giulio in continui tranelli. Ci dice la purezza di Giulio e anche del suo lato accademico. Ci dice in fondo una assoluta incomunicabilità tra i due, non solo perché parlano due lingue diverse. Abdallah voleva incastrare Giulio e consegnarlo alla National Security“, ha spiegato Alessandra Ballerini, legale della famiglia che, infine, ha voluto ringraziare Pif e Stefano Accorsi che hanno doppiato, con le loro voci, le parole nel video dell’incontro tra Regeni e il sindacalista egiziano che lo attirò in trappola.

L’articolo Regeni, mostrato in Aula il video della “trappola” al ricercatore. La legale della famiglia: “Il sindacalista lì per tradirlo e consegnarlo agli 007” proviene da Il Fatto Quotidiano.



Sorgente ↣ :

Valter Nappini muore a 61 anni

Un motociclista di 61 anni è morto in un incidente avvenuto poco dopo le 7.30 di mercoledì 19 giugno sulla A1 all’altezza di Sasso Marconi, in direzione Bologna. Per cause ancora da chiarire il 61enne, che si chiamava Valter Nappini, ha perso il controllo della sua moto ed è stato sbalzato dalla sella. L’uomo è caduto sull’asfalto ed è stato investito da un camion.

Valter Nappini, 61 anni

Valter Nappini, 61 anni

Si chiamava Valter Nappini e aveva 61 anni, il motociclista morto in un incidente avvenuto poco dopo le 7.30 di oggi, mercoledì 19 giugno, sulla A1 all’altezza di Sasso Marconi, in direzione Bologna.

Il 61enne, originario di Castiglione del Lago, in provincia di Perugia, per motivi ancora al vaglio della polizia stradale, ha perso il controllo della moto su cui stava viaggiando ed è stato sbalzato dalla sella. L’uomo è caduto sull’asfalto ed è stato investito da un camion.

Dopo l’impatto l’autista del tir ha proseguito per qualche metro senza accorgersi di quanto era appena accaduto, finché uno pneumatico è scoppiato. Come riporta Il Resto del Carlino, il camionista a quel punto si è fermato e ha allertato i soccorsi.

Ha un malore mentre in bici, cade in mare e muore annegato: tragedia a Palermo

Immediatamente raggiunto dal personale sanitario del 118, è stato trovato in gravissime condizioni. Nappini purtroppo è deceduto poco dopo l’arrivo al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Bologna. In seguito all’incidente, è stata disposta la chiusura temporanea del tratto compreso tra Sasso Marconi e Sasso Marconi Nord, in direzione Bologna, riaperto poco dopo le 8.

Sul posto sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale e il personale della Direzione del terzo Tronco di Bologna di Autostrade per l’Italia. Nel tempo necessario al completamento delle operazioni di soccorso dei sanitari e degli accertamenti degli agenti, il traffico ha subito pesanti ripercussioni, con una coda di circa 10 chilometri che si è creata in direzione di Bologna.

Tanti i messaggi di cordoglio che nelle scorse ore sono stati pubblicati sui social, in particolare dai gruppi di affezionati centauri che lo conoscevano e che con lui avevano percorso centinaia di chilometri. Nappini era infatti un appassionato e conosciuto motociclista. Appena appresa la notizia della sua scomparsa, il Victoryteam Italia e lo Spyderman Club hanno espresso le loro condoglianze alla famiglia.





Sorgente ↣ :

Notebook Lenovo Amd 3020E Fino a 2,6 Ghz Display 15,6″ Hd, Ram 8Gb Ddr4, Ssd 256Gb M2 Nvme, Hdmi, Usb 3.0, Wifi, Bluetooth, Webcam, Windows 11 Pro, Antivirus


Prezzo: 316,99€
(as of Jun 20, 2024 01:00:56 UTC – Details)



Amd 3020e(Frequenza Di Base1,2Ghz, Fino A 2,6Ghz Frequenza Turbo Max), Monitor Da 15,6″ Antiriflesso Hd Anti-Glare, Dimensioni (LxPxH)35.80Cm x 24.20Cm x 2.259Cm- Peso: 1.74Kg – Colore: Grigio Scuro -Ram :8Gb Ddr4 – Ssd M.2 Sdram-PcIe Nvme 256Gb – Scheda Grafica AMD Radeon Graphics -Tastiera Qwerty Italiana Con Tastierino Numerico – Batteria Lunga Durata agli Ioni Di Litio. – Fotocamera Frontale- Connettività Wireless Wi-Fi – Bluetooth – Interfacce: 2x Usb 3.0 Di Tipo A, 1x Usb 2.0, 1 Hdmi 1.4b -1 Jack Combinato Per Cuffia/Microfono – Caratteristiche Audio Altoparlanti Stereo Audio – 1x Alimentatore Ca – Lettore Di Schede -Licenza Windows 11Pro (No Dvd) Già Installato, Antivirus Offriamo 24 Mesi Di Garanzia Ufficiale Lenovo(Siamo Partner). In Caso Di Difetto, il Prodotto Viene Controllato e Riparato. Offriamo Massima Sicurezza Al Vostro Acquisto. N.B. Il Prodotto è Nuovo, Per Configurare e Testare Il Prodotto, i Nostri Tecnici Provvederanno Alla Prima Accensione Per l’Installazione Del Sistema Operativo, Driver. (Aperto e Richiuso Solo Per Configurarlo).In Caso Di Restituzione Il Prodotto Deve Essere Restituto Con Lo Scatolo Originale In Quanto Rappresenta L’unicità Del Componente Stesso.
Amd 3020e(Frequenza Di Base1,2Ghz, Fino A 2,6Ghz Frequenza Turbo Max), Monitor Da 15,6″ Antiriflesso Hd Anti-Glare, Dimensioni (LxPxH)35.80Cm x 24.20Cm x 2.25Cm- Peso: 1.74Kg – Colore: Grigio Scuro.
Ram :8Gb Ddr4 – Ssd M.2 Sdram-PcIe Nvme 256Gb – Scheda Grafica AMD Radeon Graphics- Tastiera Qwerty Italiana Con Tastierino Numerico – Batteria Lunga Durata agli Ioni Di Litio.
Fotocamera Frontale: Connettività Wireless Wi-Fi – Bluetooth – Interfacce: 2x Usb 3.0 Di Tipo A, 1x Usb 2.0, 1 Hdmi 1.4b -1 Jack Combinato Per Cuffia/Microfono – Caratteristiche Audio Altoparlanti Stereo Audio – 1x Alimentatore Ca – Lettore Di Schede
Licenza Windows 11Pro (No Dvd)- Già Installato, Antivirus.Offriamo 24 Mesi Di Garanzia Ufficiale Lenovo(Siamo Partner). In Caso Di Difetto, il Prodotto Viene Controllato e Riparato. Offriamo Massima Sicurezza Al Vostro Acquisto.
Il Prodotto è Nuovo, Per Configurare e Testare Il Prodotto, i Nostri Tecnici. Provvederanno Alla Prima Accensione Per l’Installazione Del Sistema Operativo, Driver. (Aperto e Richiuso Solo Per Configurarlo). In Caso Di Restituzione Il Prodotto Deve Essere Restituto Con Lo Scatolo Originale In Quanto Rappresenta L’unicità Del Componente Stesso.

Calciomercato Juve, Thiago Motta vuole segnali da Giuntoli prima del ritiro: Douglas Luiz, Rabiot e il centrocampo che non c’è

Se c’è un tema caro a Thiago Motta, quello è il centrocampo. Non è questione di continuità di ruolo, rispetto a quello che è stato il suo passato da giocatore (che influisce), ma perché è il reparto su cui da sempre il nuovo allenatore della Juventus è intervenuto di più. Chi ha più lunga memoria ricorderà il 2-7-2 (con il portiere che si spostava a centrocampo) proposto quando guidava le giovanili del Psg. Non era una provocazione, ma un’idea. Che ha avuto una sua evoluzione. Ma che centrocampo gli metterà a disposizione Giuntoli? È il grosso interrogativo, viste le situazioni tutt’altro che semplici che riguardano Douglas Luiz, Rabiot e non solo.

Rabiot e il rinnovo del contratto – Le novità più fresche riguardano il centrocampista francese, il cui contratto scadrà il prossimo 30 giugno dopo il prolungamento annuale firmato la scorsa stagione. Resterà o no? Fosse per Motta, non ci sarebbero dubbi: sì. E allo stesso francese la prospettiva non dispiace, ma l’accordo economico ancora non c’è, la Premier continua a guardare con interesse (c’è di nuovo il Manchester United) e l’intenzione è quella di ottenere un adeguamento importante rispetto ai 7 milioni netti già percepiti. E dal ritiro della sua nazionale, le parole non sono state confortanti: “Pensavo che la questione del mio rinnovo sarebbe stata risolta prima dell’Europeo, perché erano in programma incontri con il club a fine campionato. Non si sono tenuti subito e io sono dovuto partire velocemente” ha dichiarato. Per poi aggiungere: “Comunque ci sono delle persone che lavorano per me, quello che vorrei lo tengo per me non ne parlo certo qui ma non sono affatto preoccupato per il mio futuro“. Anche perché le parole sull’allenatore, per quanto positive, non rassicurano: “Motta? È un allenatore eccezionale che ha fatto grandi cose: lo conosco molto bene, ho giocato diversi anni con lui (a Parigi, ndr). Lui ha la sua carriera da proseguire, io la mia. Vedremo… Ma la Juve ha fatto la scelta giusta”. Lui forse non è preoccupato, la Juve un po’ di più, perché con l’Europeo di mezzo le concorrenti non potranno che aumentare.

La trattativa per Douglas Luiz – Di certo, Rabiot o non Rabiot, Motta ha bisogno di centrocampisti che sappiano inserirsi. Di qui la trattativa con Koopmeiners, ma al momento la valutazione dell’Atalanta è troppo alta; di qui, soprattutto, il discorso per Douglas Luiz dell’Aston Villa. Con il brasiliano è tutto sistemato. Tra i club, pure. Cosa manca? L’ok di McKennie al passaggio in Premier: non c’è l’accordo, e c’è stata anche la paura che la trattativa saltasse. E pensare che Giuntoli era riuscito nell’impresa di accordarsi per “solo” 18 milioni di euro, aggiungendo il cartellino dell’americano e quello di Iling, considerati fuori dal progetto tecnico. La soluzione? Niente McKennie ma Barrenechea in Inghilterra, un profilo che ha trovato gradimento. Ora si dovranno capire le tempistiche. Occorrerà aspettare, come per il cambio in porta che vedrebbe Di Gregorio in entrata e Szczesny in uscita verso l’Al-Nassr di Cristiano Ronaldo: in questo caso, si tratta solo di tempistiche burocratiche. Nessuno più pensa che l’operazione non si farà. Tempo a disposizione ancora c’è, ma il focus è molto chiaro. Con Motta che aspetta segnali prima del ritiro in programma per il 10 luglio alla Continassa. Dove la curiosità sarà molta. E le aspettative, pure.

L’articolo Calciomercato Juve, Thiago Motta vuole segnali da Giuntoli prima del ritiro: Douglas Luiz, Rabiot e il centrocampo che non c’è proviene da Il Fatto Quotidiano.



Sorgente ↣ :

Verstappen sceglie i 5 migliori piloti di sempre della F1, c’è anche Hamilton: due esclusi eccellenti

Il pilota campione del mondo della Red Bull non si è tirato indietro e ha partecipato a un giochino divertente. Tra i cinque piloti migliori di sempre ci sono anche Senna e Schumacher, ma mancano tre piloti titolatissimi, incluso Vettel.

Immagine

La questione del GOAT (il migliore di sempre) è ben presente anche in Formula1, ed è una questione difficilmente risolvibile in modo univoco. Perché è complicato campioni di epoche differenti. A questo gioco, da spettatore, assiste pure Max Verstappen, che con i tre titoli Mondiali già fa parte del gotha della Formula 1. Ma stavolta il campione olandese è stato costretto a dare lui delle risposte, e come accade in questi casi sono montate le discussioni.

Verstappen elegge i 5 migliori piloti di sempre della F1

In un’intervista recente a DAZN Spagna, il pilota della Red Bull ha ricevuto una domanda e gli è stato chiesto di scegliere i cinque migliori piloti della storia della Formula 1. Max è un ragazzo intelligente, sa bene che qualunque scelta gli sarebbe costata cara: “Qualunque pilota sceglierò, ci saranno delle persone che commenteranno e che non saranno d’accordo”. La domanda oggettivamente era molto difficile.

Immagine

Verstappen alla fine senza problemi ha risposto e ha scelto quelli che per lui sono i cinque migliori piloti della storia: “Direi Michael Schumacher, Ayrton Senna, Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Juan Manuel Fangio. Su Senna e Schumacher pochi dubbi, così come su Hamilton, che l’olandese ha scelto nonostante dei rapporti freddi. Quasi scontata anche la scelta sul mito Fangio, pilota leggendario capace di vincere cinque volte il titolo Mondiale. Sorprendente quella di Fernando Alonso, che sarà stato orgoglioso. Dei cinque è quello con meno campionati vinti.

GP Canada di Formula 1, la classifica piloti e costruttori aggiornata

Tre super piloti esclusi da Max Verstppen

Questo giochino in automatico crea polemiche perché si va a vedere chi manca. Fuori dall’elenco intanto Nelson Piquet, tre volte campione del mondo nonché padre di Kelly, la fidanzata di Verstappen. Quindi niente sconti nemmeno in famiglia. Ma sono soprattutto esclusi due piloti vincitori quattro volte del campionato e cioè Alain Prost e Sebastian Vettel, vincitore di quattro titoli tutti con la Red Bull.





Sorgente ↣ :

Armi all’Ucraina, le divisioni nella maggioranza. Romeo (Lega): “Va coinvolta la Russia”. Gasparri (FI): “Oggi non ci sono le condizioni”

In Senato, al Convegno organizzato dall’associazione ‘Avvocati in missione’, al quale ha partecipato anche il segretario di Stato Vaticano, il Cardinale Parolin, capogruppo e senatori dei partiti presenti in Parlamento si dividono sulla guerra tra Russia ed Ucraina. Per il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Stefano Patuanelli, per superare il conflitto “è ora che l’Occidente smetta di inviare le armi, è ora di dire basta armi”. Mentre Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega a Palazzo Madama, e il dem Graziano Delrio convergono sull’invio delle armi all’Ucraina e anche sul coinvolgere la Russia nelle trattative che portino alla fine del conflitto. Contrario su questo ultimo punto il capogruppo di Forza Italia, Maurizio Gasparri. Per l’azzurro “oggi non ci sono le condizioni” per un dialogo con Mosca. “Non si può dialogare con la Russia mentre questi tirano le bombe”, spiega.

L’articolo Armi all’Ucraina, le divisioni nella maggioranza. Romeo (Lega): “Va coinvolta la Russia”. Gasparri (FI): “Oggi non ci sono le condizioni” proviene da Il Fatto Quotidiano.



Sorgente ↣ :

Slitta il Decreto Campi Flegrei 2 a fine giugno, a Pozzuoli altri 63 sopralluoghi nei palazzi

Altri 63 interventi dei vigili del fuoco sui palazzi nelle ultime ore. A Pozzuoli approvato il documento delle forze di maggioranza in Comune.

Immagine

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Slitta a fine giugno il Decreto Campi Flegrei 2, annunciato dal ministro della Protezione Civile, Nello Musumeci. Il provvedimento era atteso per il Consiglio dei Ministri di domani, ma sarà discusso, invece, entro la fine del mese. Al momento, infatti, si stanno ancora reperendo le risorse necessarie per gli aiuti. Il Decreto dovrebbe offrire coperture economiche per le manutenzioni delle prime case. Intanto, prosegue a Napoli il lavoro dei vigili del fuoco a seguito della serie di scosse sismiche nella zona dei Campi Flegrei: sono 63 i sopralluoghi fatti dai vigili del fuoco negli edifici, specie nei comuni di Pozzuoli e Bacoli. Potenziati i team per le verifiche di stabilità, con funzionari tecnici da Molise, Lazio e Puglia.

A Pozzuoli il documento in consiglio comunale

A Pozzuoli, la maggioranza che sostiene il sindaco Gigi Manzoni (Pozzuoli democratica, Pozzuoli libera, Europa verde, Progressisti democratici, Pozzuoli al centro, Spazio flegreo, Uniti per Pozzuoli e Consiglieri di maggioranza del Gruppo Misto), ha firmato un documento congiunto sul bradisismo.

L’Amministrazione comunale, di fronte alle legittime ansie e preoccupazioni dei cittadini determinate dalla recrudescenza del fenomeno bradisismico, ha agito prontamente con grande determinazione e concretezza rifuggendo da facili e sterili strumentalizzazioni. I risultati raggiunti sono stati importanti a partire dall’approvazione del Decreto varato dal Governo riguardante misure urgenti di prevenzione del rischio sismico connesso al fenomeno bradisismico nell’area dei Campi Flegrei.

E, ancora:

Bollettino Campi Flegrei, il suolo si è sollevato di 9,5 cm nei primi 6 mesi del 2024

E’ bene ricordare che il bradisismo non aveva mai trovato specifico riscontro e riconoscimento in atti governativi e l’attenzione nazionale ha rafforzato, in primis, il monitoraggio degli organismi scientifici e delle massime competenze. In tempi brevi e superando ritardi ingiustificabili, abbiamo reso funzionale un assetto viario fondamentale che, seppur ultimato da anni, risultava chiuso. Il tunnel di collegamento Tangenziale/Porto rappresenta una delle principali vie di fuga unitamente alle rampe di collegamento con la Tangenziale. Anche in questo caso abbiamo ereditato una situazione di totale impasse. A breve le opere, in parte avviate e mai ultimate, saranno completate. Grazie ad un lavoro sinergico con il Ministero competente, la Regione e la Tangenziale di Napoli S.p.a., conclusosi con la sottoscrizione di un apposito protocollo d’intesa, presto saranno avviati gli interventi garantendo il collegamento diretto con la Tangenziale.

L’emergenza dopo il sisma del 20 maggio

Il lavoro che lo scorso anno ha portato al Decreto Campi Flegrei di novembre, con la nascita del piano di rischio bradisismo, è proseguito anche quest’anno.

Nel mentre si lavorava per dare esecuzione alle misure di prevenzione e mitigazione del rischio contenute nel Decreto Campi Flegrei, si è registrato il significativo evento sismico del 20 maggio. Abbiamo dovuto fronteggiare sul campo la straordinaria situazione di emergenza verificatasi. Lo abbiamo fatto con celerità e determinazione garantendo assistenza alla popolazione con la rapida realizzazione di aree di attesa e aree di ristoro presso il Palatrincone.
È in fase di definizione un apposito Piano operativo discendente per garantire un sistema di intervento e di assistenza ancora più efficace che consenta di superare le criticità emerse con la stipula di apposite convenzioni per assicurare maggiore tempestività nella fornitura di ambulanze, bagni chimici, alimenti, navette e ogni ulteriore servizio utile alla cittadinanza.

C’è poi la questione sui controlli sugli aiuti:

L’erogazione del contributo di autonoma sistemazione, nonostante la mancata dichiarazione dello stato di emergenza, non era un atto dovuto del Governo. Ci siamo battuti da subito, con il sostegno della Prefettura e della Regione, per garantire condizioni di vita più dignitose per i cittadini sgomberati. Siamo riusciti, celermente, ad ottenere una misura alternativa al ricovero nelle strutture alberghiere convenzionate e nell’hub di Monteruscello.

A breve sarà emanato un ulteriore provvedimento del Governo. Abbiamo richiesto lo stanziamento di ingenti risorse per garantire interventi sugli immobili pubblici strategici, sulle infrastrutture e sulle abitazioni private.
Non appena sarà definito il quadro completo della situazione, daremo attuazione all’indirizzo del Consiglio Comunale con azioni concrete nei confronti di cittadini e attività produttive sgomberate.
Stiamo lavorando affinché tutti gli atti di programmazione e di prossima approvazione (PUC, PUMS e PAD in primis) tengano conto dei possibili rischi derivanti dal fenomeno.

Infine:

Nelle prossime ore stipuleremo in Prefettura un apposito protocollo d’intesa che, attraverso la collaborazione con le autorità competenti, garantisca massima trasparenza e legalità nell’utilizzo dei prossimi benefici economici richiesti dai cittadini. Come forze di maggioranza continueremo a lavorare con serietà e impegno nell’esclusivo interesse della collettività. I timori e le inquietudini dei cittadini sono anche le nostre, siamo convinti che riusciremo insieme a superare questo difficile momento”.





Sorgente ↣ :

PC Portatile 14 Pollici, Notebook, Computer Portatile, Lenovo ThinkPad T470, i5, 16GB RAM, 512GB SSD, Wifi, Tastiera Italiana, Laptop, Windows 11 Pro, Garanzia 2 Anni (Ricondizionato)


Prezzo: €219,00
(as of Jun 19, 2024 22:31:36 UTC – Details)



Modello: Lenovo ThinkPad T470 Design: notebook premium – Ultrabook – Laptop – 14 pollici Categoria: rinnovato – Dispositivo usato ricondizionato – Testato Refurbished Renewed Condizione: 1 scelta, rinnovato professionalmente (rigenerato, rifurbished), tecnicamente impeccabile, testato, pulito, buono stato ottico colore: nero Display: 14 pollici 35,6 cm Full HD IPS TFT, Full HD Opaco, risoluzione 1920 x 1080 Processore: Intel Core i5 7300U 2x 2,60 GHz, fino a 2x 3,50 GHz Hard Disk da 512 GB SSD – Memoria disco a stato solido da 16 GB DDR4: senza unità ottica da Ultrabook, integrabile da un’unità esterna in qualsiasi momento Gigabit Ethernet L: Gigabit LAN wireless: W-Lan AC, LTE Webcam: sì Interfacce: 3 USB 3.0, 1 USB 3.1 (USB-C / Thunderbolt), 1 HDMI, 1 Mini DisplayPort, 1 docking port, 1 software audio: Microsoft Windows 11 Pro 64 bit con licenza, preinstallato e completamente configurato (originale Microsoft Licenza Key distribuito in modo sicuro nel sistema o scheda madre. ) Garanzia: 12 mesi di garanzia. Nota: marchio di qualità al prezzo di punta di it-versand-com. Nota: prezzo superiore ✔ alta qualità ✔ Spedizione veloce ✔ Diritto di restituzione di 30 giorni
Sicurezza e assistenza – 24 mesi di garanzia tramite il rivenditore FURBIFY. Dispositivo usato generalmente revisionato, rinnovato, rinnovato, testato e pulito, tecnicamente perfetto, buone condizioni ottiche.